Amatricenews - torna alla home
Le istituzioni
Il turismo
Gastronomia
La storia La natura Arte e cultura Gli eventi di Amatrice Le news si Amatrice
Fotogallery e Videogallery
Le nostre webcam ed il meteo
Le 69 frazioni di Amatrice Contattaci
 
 
Altre Notizie  
   
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
   
1|2|3|4|5
 
   
Amatrice e il suo aquilotto: l'emozionante reportage e le immagini di Alfredo Cristallini
.
 
 
   
L'aquilotto - Foto Alfredo Cristallini
     
mercoledì 6 agosto 2014 -

Ce l’abbiamo fatta! Ora anche il mio amico Claudio, compagno di tanti “avvistamenti”, può finalmente riposarsi. E dunque dopo due anni dall’ultimo involo -ricordiamoci la bellissima storia dei due gemellini (pulli) di aquila reale che nel luglio 2012 hanno sorprendentemente spiccato il volo, regalandoci emozioni a non finire- Amatrice torna a fregiarsi di questa meravigliosa creatura regina delle nostre montagne, ma soprattutto come cita sempre il nostro Sindaco Sergio Pirozzi, imperatrice della nostra amata cittadina.
Ma non è stato poi così facile. Il percorso con cui l’abbiamo seguita e protetta ci ha coinvolti emotivamente dall’inizio alla fine, alternando momenti di vera euforia ad altri di vero sconforto. Un misto di sensazioni che ha reso il tutto ancora più appassionante, come del resto è la natura stessa di questo rapace: l'aquila ci insegna che per portare a termine una nuova nascita, necessita di svariate tappe a volte non proprio cosi scontate.
La cronistoria di questo emozionante evento è senz’altro da raccontare, non tanto per le difficoltà intraprese, quanto per testimoniare una bio-diversità incontaminata dove l’aquila reale rappresenta il fulcro di un eco-sistema perfetto, facente capo a quella wilderness dei Monti della Laga, dai contenuti e dalla sfumature di cui oggi ci vantiamo di essere particolarmente orgogliosi. Presumibilmente l’aquilotto (per la precisione è una femmina) è nato intorno all’8 di maggio (dopo circa quarantacinque giorni di gestazione) in uno dei luoghi più impervi e più affascinanti della Laga (il nido ovviamente resterà top-secret) e dopo circa settanta giorni dalla schiusa dell’uovo, il 23 luglio scorso si è involato, cominciando una nuova vita. Per il momento resterà con noi fino ad autunno inoltrato per poi spiccare il volo definitivamente verso altri lidi, lontano dal nostro territorio dove per l’appunto c’è bisogno di altre aquile reali per riformare altre coppie capaci di continuare la specie (ricordiamo che un aquila è fertile solo dopo il quinto anno di età) e al tempo stesso di continuare a farci sognare.
Le varie foto che potrete ammirare nella fotogallery, le ho dedicate ad Amatrice News e a tutti i suoi lettori ed anche a tutte quelle persone che con me (Pietro e Sabatino Santarelli, Annunzio Puglia e Fabio Borlenghi) hanno partecipato e protetto questo miracolo della natura, che oggi rimane e rimarrà per sempre per tutti noi l’esempio più affascinante di una meravigliosa storia d’amore!

N.B. Per celebrare questa nuova nascita la Pro-Loco di Capricchia organizza il 18 agosto un pomeriggio con tutti i bambini ed i loro genitori per rivivere le emozioni vissute non solo dal vivo, con i rapaci fatti venire appositamente per ammirarli da vicino, ma anche per ripercorrere le immagini salienti racchiuse nel video di Alfredo Cristallini che lo ha dedicato a tutti gli amanti della natura.

 
 
a cura di Alfredo Cristallini
 

Vai Alla Gallery  Guarda la Photogallery "L'aquila della Laga e l'involo - Foto Alfredo Cristallini" Abbinata a questo articolo!!

stampa l'articolo Stampa l'articolo
invia l'articolo Inoltra ad un amico

 


   

Pubblica su

Condividi su Facebook
Condividi su Yahoo
Condividi su Ok Notizie
Condividi su Digg

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player


 
 
 

CDM

   
 
 

[Storia]

[Natura]

[Arte]

[Eventi]

[News]

 
© 2006 / 2019 CDM Servizi S.r.l. - Vietato riutilizzare il materiale pubblicato in opere multimediali o non salvo specifiche autorizzazioni

Cliccare qui per la Privacy Policy