Amatricenews - torna alla home
Le istituzioni
Il turismo
Gastronomia
La storia La natura Arte e cultura Gli eventi di Amatrice Le news si Amatrice
Fotogallery e Videogallery
Le nostre webcam ed il meteo
Le 69 frazioni di Amatrice Contattaci
 
Arte  

 

Complesso di San Francesco (XIV sec)
Complesso di San Francesco (XIV sec)

 

Il Duomo, dedicato in origine a Santa Maria Vergine, si trova nel confine meridionale della città. La monumentale facciata, a terminazione orizzontale (l'innalzamento a vela è moderno), accoglie un elegante rosone e

Complesso di San Francesco (XIV sec)
  Facciata della Chiesa di S. Francesco

un'interessante portale strombato con colonnine tortili e terminazione a cuspide, elementi tipici dell'architettura abruzzese. L'esterno invece, nella dettagliata partizione delle pareti con lesene, sembra adeguarsi alle soluzioni dell'architettura umbra. L'interno, caratterizzato da una slanciata austerità, si presenta a navata unica con abside poligonale. Sulla controfacciata è appoggiato un portico di pietra quattrocentesco e l'interno dell'edificio presenta ampie zone decorate a fresco con Storie della Vergine , di Cristo e di Santi francescani . Nulla si sa delle maestranze (sicuramente umbro marchigiane) che realizzarono la decorazione, ma differenze stilistiche fanno ipotizzare una campagna decorativa a più riprese regolata però da un progetto unitario, dove ad emergere doveva essere il messaggio teologico francescano più che la perizia tecnica degli autori.

Complesso di San Francesco (XIV sec)
  S. Francesco dettaglio "Madonna in Trono"

Una particolare attenzione va rivolta all'immagine della Madonna in Trono e la città dell'Amatrice a destra dell'ingresso principale e all'albero di Jesse raffigurato nell'abside, di particolarità iconografica poiché accanto a Jesse è rappresentato un ritratto di Dante e della Sibilla Picena. La chiesa di S. Francesco, ha un ruolo fondamentale anche per la storia votiva e religiosa del popolo amatriciano. All'interno di un altare ligneo (XVII sec.) appoggiato alla parete destra, è conservato un cammeo con Diana cacciatrice di epoca romana, ritenuta immagine della Madonna.

In realtà la chiesa è parte di un vasto complesso architettonico che comprende, oltre agli ambienti dell'originario convento, non visitabili, un chiostro di grandi proporzioni che nella sua attuale risistemazione fa presagire una classicità cinquecentesca. Si articola su due livelli, il primo è caratterizzato da archi a tutto sesto i quali vengono sormontati da finestre quadre, che presentano una sottile cornice decorativa. Le arcate di destra mostrano, ancora oggi delle tamponature, che furono realizzate nell'Ottocento, dopo l'Unità d'Italia, quando a seguito dell'esproprio dei beni ecclesiastici la struttura venne utilizzata come carcere.

 


Complesso di San Francesco (XIV sec)
  S. Francesco, interni



 
 
 

CDM

   
 
 
 
 
© 2006 / 2014 CDM Servizi S.r.l. - Vietato riutilizzare il materiale pubblicato in opere multimediali o non salvo specifiche autorizzazioni

Cliccare qui per la Privacy Policy